Numero 03/2014

Sezione contributi famigliari e lavoro con la famiglia

Autismo in famiglia, tra bisogni e risposte sociali (prima parte)

Lavinia Pinello, Palermo, comincia a rapportarsi con la sindrome autistica all’età di 13 anni, quando questa patologia viene diagnosticata ad uno dei suoi fratelli. Nel febbraio 2013 con- segue la Laurea Magistrale in Psicologia presso l’Università degli studi di Palermo con la tesi di laurea “Autismo in famiglia, tra bisogni e risposte sociali”. Dal settembre 2013 al settembre 2014 effettua il tirocinio formativo professionalizzante presso l’A.G.S.A.S. Onlus (Associazione Genitori Soggetti Autistici Solidali). Nel marzo 2013 effettua il corso di formazione per Medici e Psicologi presso la sede ANIRE CNRAFA di Milano, conseguendo l’attestato di specializzazione in Metodo Riabilitazione Globale a Mezzo del Cavallo MRGC®. Attualmente svolge la mansione di psicologo volontario all’interno dell’associazione A.G.S.A.S. Onlus.

All’interno della prima parte di questo articolo andremo a trattare quelle teorie che indagano la struttura familiare e il suo rapportarsi all’interno della rete sociale e istituzionale, nonché le dinamiche che si creano quando questa struttura deve confrontarsi con la traumatica realtà di una disabilità, in particolare quella portata dall’Autismo. Nella seconda parte, pubblicata sul prossimo numero, verrà presentato un questionario volto ad indagare il vissuto quotidiano delle famiglie con persone affette da Autismo, redatto insieme alla Dott.ssa Giovanna Maria Gambino, Dirigente funzionale Centro di diagnosi e terapia dell’autismo all’interno della struttura “Aiuto Materno” USL6 Palermo e somministrato in forma anonima a 20 famiglie frequentanti il centro dell’associazione AGSAS Onlus. I risultati ottenuti sono stati utili a definire le linee guida di un possibile progetto circa l’organizzazione di un centro diurno per persone affette dalla sindrome.