Numero 03/2007

Numero 03/2007 - completo

Sezione ricerca

Oltre il funzionamento! Un paradigma nella valutazione della disabilità intellettiva ed evolutiva centrato sulla qualità di vita
Elisabeth Weger, Trento, psicologa, servizi residenziali, ANFFAS TRENTINO ONLUS
Elisa De Bastioni, Arco (TN), pedagogista di riferimento di alcuni Centri Diurni e Residenziali in diversi comprensori trentini, ANFFAS TRENTINO ONLUS
Carlo Dalmonego, Trento, psicologo, coordinatore dei tirocini, ANFFAS TRENTINO ONLUS
Tiziano Gomiero, Belluno, psicopedagogista, coordinatore progetto di ricerca Dad (Down Alzheimer Dementia) e di alcuni Centri Diurni e Residenziali in diversi comprensori trentini, ANFFAS TRENTINO ONLUS

Questo contributo nasce dalla partecipazione ad un progetto di ricerca di Anffas Onlus Nazionale approvato e co-finanziato dal Ministero della Solidarietà Sociale. Tale progetto ha l’obiettivo di diffondere in Italia il 10° Sistema di Diagnosi, Classificazione e Programmazione dei Sostegni per la persona con disabilità intellettiva dell’American Association on Mental Retardation (AAMR*). Anffas Trentino Onlus ha partecipato a questo progetto attraverso la somministrazione delle Scale sull’Intensità del Sostegno (SIS) su un campione multicentrico di 40 soggetti di età compresa tra i 18 e 61 anni, con diversi livelli di gravità e provenienti da diverse realtà territoriali del Trentino.
L’obiettivo che ci muove in questo articolo è quello di introdurre e diffondere la conoscenza di un approccio e di alcuni strumenti che offrono la possibilità di integrare la prospettiva che affronta la disabilità intellettiva ed evolutiva dal punto di vista del funzionamento, per poi focalizzarsi sul sostegno necessario per garantire a queste persone una qualità di vita misurata sulla popolazione generale.