: preg_replace() [function.preg-replace.php]: The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/speedtec/www/agoratn.it/includes/unicode.inc on line 311.

Numero 02/2013

Sezione esperienze


La comunicazione e l’intervento di Empowerment Comunicativo


Venera Russo, Cles (TN), educatrice presso il Centro Socio Educativo “Il Melograno” della Cooperativa Sociale GSH. Laureata in Psicologia clinica e dinamica presso l’Università “La Sapienza” di Roma, durante gli anni di lavoro matura diverse esperienze di formazione e di applicazione delle tecniche della Comunicazione Aumentativa nell’ambito della disabilità.

 

La comunicazione è un fondamentale diritto umano, è un bisogno e una priorità. Nella comunicazione si istaura la relazione con l’altro e si crea l’identità personale. In molti casi di disabilità cognitiva, sensoriale o motoria, si innestano importanti conseguenze sul piano relazionale, linguistico e sociale.

Il seguente articolo è composto da due parti: un excursus sugli approcci allo studio della comunicazione ed una parte esperienziale che presenta il lavoro educativo di Empowerment Comunicativo svolto presso il Centro Socio Educativo “Il Melograno” della Cooperativa Sociale GSH di Cles (TN), struttura semiresidenziale diurna che ospita persone con disabilità che hanno terminato l’iter scolastico o minori ultra quindicenni regolarmente iscritti alla scuola che necessitano di ulteriori supporti. La struttura garantisce sette ore giornaliere di funzionamento, per cinque giorni la settimana, indicativamente per tutto l’anno lavorativo. L’organizzazione del servizio prevede due percorsi paralleli: il primo consiste nell’inserimento della persona con disabilità in lavori di gruppo dove si svolgono varie attività educative, il secondo comporta la realizzazione di attività con il singolo. I diversi laboratori di Empowerment Comunicativo, sia di gruppo che individuali, cercano di ridurre, contenere e compensare la disabilità di persone che presentano un disturbo della comunicazione attraverso il potenziamento delle abilità presenti, la valorizzazione delle modalità naturali e l’uso di modalità speciali.