: preg_replace() [function.preg-replace.php]: The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/speedtec/www/agoratn.it/includes/unicode.inc on line 311.

Numero 02/2006

Numero 02/2006 - completo

Sezione contributi famigliari e lavoro con la famiglia

Disabilità e relazione fraterna in età adulta
Capodieci Salvatore, Mestre Venezia, psichiatra e psicoterapeuta psicoanalitico. Docente di Psicopatologia Generale al Corso di laurea in Psicologia dell’educazione, Università Pontificia Salesiana – Sede aggregata di Mestre Venezia.

La relazione fraterna in età adulta è stata studiata solo recentemente sia in ambito scientifico che divulgativo e negli ultimi anni alcune ricerche su questa dimensione relazionale hanno preso in esame anche l’importanza del rapporto con un fratello disabile adulto.
La relazione fraterna può influenzare la vita della persona adulta fino ad un’età avanzata svolgendo una funzione di sostegno psicologico, cognitivo o rappresentando una forma concreta di aiuto. I rapporti tra fratelli e sorelle possono essere una buona opportunità per risolvere vecchi conflitti e avviare nuove forme di relazione in età adulta.
L’autore prende in esame i sentimenti presenti nella relazione tra fratelli adulti normodotati e quelli disabili affrontando i seguenti quesiti:
1.Qual è il significato della relazione fraterna nell’età adulta?
2.Quali sono le caratteristiche del rapporto con un fratello disabile adulto?
3.Quali sono i meccanismi psichici che intervengono nella relazione tra fratelli e sorelle